Ancora denunce, ancora sanzioni...

csa

L'emergenza dettata dal virus non è solo un problema sanitario ma una questione sociale e politica.

Ancora una volta a rimetterci sono le persone comuni, chi vive del proprio lavoro (per chi ce l'ha) e ancora peggio per chi l'ha perso o difficilmente troverà occupazione in questo particolare momento. A farne le spese è anche chi mette al servizio degli altr* una parte del proprio tempo, in varie forme e modi, senza chiedere niente.
Differentemente da Confindustria e destre varie siamo persone responsabili ma soprattutto abbiamo veramente a cuore la nostra e l'altrui salute, al di sopra di ogni profitto; per questo riteniamo inaccettabile l'attuale situazione.
Siamo fermamente persuasi che è dovere etico di ognuno operare comportamenti tesi a preservare la salute di tutti ma siamo altrettanto convinti che la necessaria precauzione sanitaria non deve essere strumentalizzata e tradotta in repressione.
Proprio a proposito di repressione sono emblematici i fatti che stanno avvenendo su tutto il territorio nazionale. E anche a Salerno abbiamo assaggiato l'abuso e l'arbitrarietà. Infatti il 25 Aprile tre compagni del CSA Jan Assen sono stati multati mentre si trovavano nel centro sociale per eseguire alcuni lavori di manutenzione urgente -già a lungo rimandati a causa della serrata- ed esponevano uno striscione per il 25 Aprile. Proprio oggi ci è giunta notizia che alcuni compagni di Salerno, già da tempo dediti ad azioni di volontariato in città, sono stati multati per "assembramento" mentre trasportavano del materiale informatico a persone bisognose.

Quale sarà il prossimo passo?

Rigettiamo qualunque tentativo di chiudere gli spazi sociali e le realtà associative a suon di decreti e ordinanze. La salute viene prima di tutto ma il virus non si combatte con la repressione del dissenso sociale. I fatti degli ultimi tempi ci mostrano uno scenario fosco.

Riteniamo che è giunto il momento di discutere insieme di tutto questo, pertanto vi diamo appuntamento a domenica 3 alle 18 per un'assemblea in remoto in cui poter ragionare insieme.

Scriveteci in privato e vi manderemo le istruzioni per collegarsi.

Le denunce non ci fermeranno, la repressione non ci fa paura!

 

Catalogazione