Coronavirus, dal Brasile alle tribù indigene