Dal Vajont al Ponte Morandi di Genova alle condanne per 16 compagne/i del Movimento contro la TAV

 

Il ruolo ed il valore strategico delle Grandi Opere in Italia tra morti miserie e disastri ambientali.

La sera del 9 Ottobre del 1963 avvenne uno dei disastri ambientali più drammatici della storia Repubblicana provocando la morte di 1917 persone .

Perché l’annuncio del Raduno della Lega a Campagna?

 

Siamo in presenza del passaggio del testimone della Destra da Ciccio Franco a Matteo Salvini?

Con l’annuncio del Raduno della Lega a Campagna che sarebbe dovuto svolgersi il 29 Settembre prossimo si apre ufficialmente il clima politico che ci accompagnerà sino alle prossime elezioni Regionali in Campania, precedute dalle elezioni europee che si svolgeranno tra il 23 ed il 26 Maggio 2019.

I nostri buoni propositi per un autunno ”almeno tiepido“a Salerno

 

Sino al qualche anno fa avremmo potuto usare tranquillamente il termine “autunno caldo” ma, almeno localmente esistono tipologie di problematiche, ben rappresentate nelle riflessioni evidenziate sia sul nostro sito che sul mensile Asilo Politico con i titoli “Stato Comatoso della Sinistra a Salerno“ che ci inducono ad usare il termine “tiepido”.

Mai più stragi “preannunciate”!

 

Ci sembra doveroso, aprire il nostro editoriale sul dramma delle famiglie che hanno perso i loro cari nel crollo del ponte di Genova, come ci sembra necessario riaprire il dibattito sulle Grandi Opere per le quali neanche le morti oltre ai costi enormi derivanti da tragici eventi simili, inducono i politologi/amanti delle grandi opere a ripensamenti sulle realizzazione delle stesse, visti i grandi rischi che ne derivano.

Primi vagiti di un Governo neo fascista ”moderno”

Tra twitter/selfies /battute /sarcasmi /sorrisi e l’apparente buonismo dei 5 Stelle.

Il Governo Salvini/Di Maio, dopo la nomina dei ministri e sottosegretari è al completo e, tali rappresentanti del Governo, per nulla sprovveduti, hanno rispettivamente un passato contrassegnato da relazioni politiche trasversali (Forza Italia, Fratelli d’Italia, PD).

Dalla parte di Tex Willer

Mai con Salvini.

Tex Willer era noto personaggio dell’omonimo fumetto, anni 60/70, che pur rivestendo il ruolo di Ranger difendeva i diritti delle tribù indiane, disarmate dal Governo Americano e recluse nelle riserve, alle continue aggressioni dei coloni bianchi e dell’esercito degli Stati Uniti d’America.