Ciao Lorenzo

Rabbia ed impotenza sono state le prime reazioni alla notizia di un altro compagno combattente italiano, dopo Giovanni Francesco Asperti, ucciso a Baghouz , l'ultima roccaforte degli estremisti nella parte orientale della Siria.

Lorenzo, sparato alle spalle, è caduto insieme al resto del suo gruppo, vittime di una imboscata.

Lorenzo era un Libertario amava la vita, non sopportava le ingiustizie e per tale motivo la sua scelta di combattente in difesa delle donne dei bambini e del popolo Kurdo.

La rivolta dei pastori sardi, l’eterna “Questione Meridionale“ e la pericolosa “Autonomia/Separazione/Secessione dal Sud” delle Regioni del Nord in salsa leghista!

 

“Siamo studenti, operai, braccianti pastori sardi divisi fino ad ieri…“

...così iniziava l’inno di Lotta Continua cantata nei cortei dalle/dai militanti di una delle più forti organizzazioni della Sinistra Rivoluzionaria in Italia presente in Italia, isole comprese. 

Regali a Salvini

 

Non facciamo più regali a Salvini…come quello fatto dal marito dell'ex ministro Kyenge :

<<«Mi candido per la Lega di Salvini», «sono persone perbene quelli della Lega», «sono a favore dello slogan "aiutiamoli a casa loro">>.